8 maggio 2018

Neoclassica presenta: Stendhal “Vite di Haydn, Mozart e Metastasio”

Neoclassica ripubblica, in una nuova trduzione aggiornata, Vite di Haydn, Mozart e Metastasio di Marie-Henry Beyle, meglio noto con il nome di Stendhal. Il 20 aprile scorso alle 17.oo la Fondazione Primoli di Roma ha fatto da splendida cornice alla presentazione del volume.

“Vite di Haydn, Mozart e Metastasio” di Stendhal alla Fondazione Primoli

Dopo una breve introduzione da parte degli editori, sono intervenute la traduttrice del volume, Marina Minucci, e Franca Bruera, francesista, docente associato dell’Università di Torino. La traduttrice, che ben conosce il volume, essendo giunta ormai alla sua terza ritraduzione, ha spiegato le difficoltà nell’affrontare la scrittura stendhaliana. Una scrittura veloce e sagace, che in questo volume legato ai primi anni di carriera dell’autore, già preannuncia la maestria che si manifesterà in romanzi quali Il rosso e il nero o La Certosa di Parma.

Franca Bruera, partendo da un breve excursus del periodo storico e sociale che fa da contorno al volume, e soffermandosi su alcuni indispensabili cenni biografici di Stendhal, ha mostrato come Standhal, con questa sua opera fondata su biofrafie di compositori celebri, riflette sulla vita e sulle opere di Haydn Mozart e Metastasio «nell’ottica di penetrare nel mistero della creazione». Una particolare rilevanza è stata data anche alla preziosa introduzione al volume di Alessandro Arbo – autore NeoClassica – con annesse note bibliografiche e breve cronologia della vita di Stendhal.

Al termine della presentazione la pianista Alessia Capoccia ha piacevolmente intrattenuto il pubblico presente con l’esecuzione della Sonata in Mi minore hop. XVI/34 di Joseph Haydn.

Per chi fosse interessato, è possibile rivedere l’intera presentazione sul canale Youtube della Fondazione Primoli.

 

 

 

 

Torna alle News