sciarrino misuraca

Il suono, il silenzio, l’ascolto
La musica di Salvatore Sciarrino dagli anni Sessanta a oggi

disponibile

35,00 

Autore: Pietro Misuraca,

Per la novità della concezione del suono, la pionieristica attenzione alle leggi della percezione e dell’ascolto, il rilevante contributo nel campo della vocalità e del teatro musicale, Salvatore Sciarrino (Palermo, 1947) è uno dei protagonisti del panorama musicale contemporaneo. Tra i compositori italiani viventi è il più noto ed eseguito. Il suo precoce talento (debuttò nel 1962, appena quindicenne, durante la terza Settimana Internazionale Nuova Musica di Palermo) si è dispiegato autonomo ma in diretto rapporto con le opere dei compositori antichi e moderni. Dopo oltre cinquant’anni, il suo catalogo è in continuo sorprendente sviluppo.
Trasmutare alchemicamente il suono, rigenerare la percezione sono i suoi obiettivi. La sua musica, spesso ai confini tra suono e silenzio, implica il superamento dei tradizionali modi di suonare e conduce alla perdita dei comuni schemi di ascolto.
Oltre che della maggior parte dei libretti delle proprie opere, Sciarrino è autore di una ricca produzione di articoli, saggi e testi di vario genere, alcuni raccolti in Carte da suono (Roma-Palermo, 2001). Ha rilasciato dichiarazioni teoriche in innumerevoli interviste. Di rilievo il suo libro interdisciplinare Le figure della musica, da Beethoven a oggi (Milano, 1998).
Nel presente volume, che ne ricostruisce l’intero percorso creativo, le sue musiche e le sue parole s’intrecciano in un ritratto a tutto tondo.

 

L’illustrazione di copertina è di Daniele Simonelli.

annulla
COD: N/A
Periodo:

Scheda tecnica

Dimensioni

15 x 22 cm

Formato

cartaceo

Pagine

302

ISBN

978-88-9374-021-0