28 agosto 2018

Il Museo delle Marionette “Antonio Pasqualino”

Il recente progetto di NeoClassica Etnografie Sonore / Sound Ethnographies è stato realizzato in sinergia con il Museo delle Marionette “Antonio Pasqualino” di Palermo (Piazzetta Antonio Pasqualino, 5). Il direttore responsabile della rivista etnomusicologica è poi proprio l’antropologo Rosario Perricone, da diverso tempo direttore anche del Museo delle Marionette.

Il Museo delle Marionette

Il museo conserva circa 5000 pezzi, fra marionette, pupi, burattini, macchine teatrali e locandine da tutto il mondo. La raccolta ebbe origine dall’attività di ricerca di Antonio Pasqualino, che coinvolse l’amministrazione regionale nel lavoro di catalogazione e di riorganizzazione dell’antica Opera dei Pupi siciliana; in effetti questo particolare teatro è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO assieme ad altre forme teatrali fra le più alte al mondo: il Bunraku giapponese, il Wayang Kulit indonesiano e lo Sbek Thom cambogiano.

La collezione

Il Museo “Antonio Pasqualino” conserva una delle più ricche collezioni in Europa, con pezzi provenienti da tutta Italia, dalla Francia (Guignol), dal Belgio, dalla Turchia e dalla Grecia, dall’Estremo Oriente (Malesia, Indonesia, Thailandia, India, Cina, ecc.), dal continente africano (Mali, Congo, Benin ecc.) e anche dalle Americhe.

Per chi desiderasse visitare il Museo, gli orari sono i seguenti: domenica e lunedì dalle 10.00 alle 14.00. Da martedì a sabato dalle 10.00 alle 18.00; è invece chiuso nei giorni festivi. Il biglietto d’ingresso costa 5,00 €.

 

 

Torna alle News