Raffaello De Rensis (1935)

Raffaello De Rensis

(Casacalenda, 1880 – Roma, 1970)

Musicologo e critico musicale

Raffaello De Rensis, uno dei più importanti testimoni della vita musicale italiana nella prima metà del Novecento, conseguì la laurea in giurisprudenza, ma ben presto decise di rinunciare alla carriera forense per dedicarsi all’attività di letterato e musicologo. Fondò la casa editrice e settimanale Musica, al quale collaborarono, tra i tanti, Malipiero e Pizzetti. Fra i primi studiosi di Arrigo Boito, profondo conoscitore della musica italiana dal Cinquecento ai suoi giorni (suo fu il progetto dell’opera omnia di Palestrina), amico intimo di Wolf-Ferrari e di molti dei maggiori compositori dell’epoca, De Rensis fu tra i fondatori della Associazione dei musicologi italiani e dell’Istituto italiano per la storia della musica, e fu critico musicale de Il Messaggero e del Giornale d’Italia.

Di De Rensis, NeoClassica pubblica Franco Faccio – Arte, Scapigliatura e Patriottismo e Francesco Cilea.